Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

i COME . . . iTALIANS . . . The Evolution of Stress - The Silent Killer - Why ? Humor Therapy

Lunedì 19 aprile 2010 | 00:00
i COME . . . iTALIANS . . . The Evolution of Stress - The Silent Killer - Why ? Humor Therapy

Humor is a wonderful stress-reducer and antidote to upsets.
It is clinically proven to be effective in combating stress, although the exact mechanism is not known.

Experts say a good laugh relaxes tense muscles, speeds more oxygen into your system and lowers your blood pressure.
So tune into your favorite sitcom on television.
Read a funny book.
Call a friend and chuckle for a few minutes. It even helps to force a laugh once in a while. You'll find your stress melting away almost instantly.

Italians were attracted to humor from the stories of B . . . , who had successfully overcome cancer by watching comedy shows on television.

These days, there are organized humor meetings even in places like India where laughing in public is not considered good manner.

Oltre 40 milioni di Europei soffrono di stress da LAVORO.

Patologia che colpisce, in termini percentuali, il 22% della popolazione attiva nell'Unione Europea che ha delle ripercussioni non solo sulla salute dei lavoratori, ma anche sull'Economia.

Per questo motivo, si perdono il 50-60% di tutte le giornate passate in ufficio o in aziende. Per un costo complessivo - in termini economici - di 20 milioni di euro annui.

Lo rivela l'Ispesl che, in collab. con l'Agenzia europea per la sicurezza e salute sul lavoro, ha org. a Roma a fine marzo la IX Conferenza Europea dell'Accademia della Psicologia del lavoro - per RIFLETTERE sulla gestione dei rischi psicosociali in Italia e in Europa.

Secondo uno studio dell' European HEART Journal, è stato stimato che solo il trattamento sanitario del disturbo depressivo collegato allo stress incide direttamente sull'economia europea con un dispendio pari a 44 miliardi di euro e indirettamente, in termini di calo di produttività, con una perdita pari a 77 miliardi di euro. Tra i responsabili della situazione, secondo l'Ispesl, anche i grandi cambiamenti nel mondo del lavoro, della POLITICA, della COMUNICAZIONE a partire dell'introduzione di nuove tecnologie fino alla diffusione di nuove forme contrattuali flessibili. Elementi che non solo hanno provocato un profondo mutamento dell'organizzazione del lavoro, ma hanno anche introdotto nuovi rischi professionali.

Le cause del STRESS - precisa l'Istituto in una nota - sono da attribuire a uno squilibrio percepito tra gli impegni che l'ambiente fisico e sociale impone di fronteggiare e la propria capacità (percepita) di affrontarli.

Quando si sperimenta una condizione di questo tipo nella realtà lavorativa si parla di stress lavoro-correlato.
La ricerca ha mostrato che gli agenti che causano questo tipo di stress sono molteplici, ma riconducibili principalmente alla tipologia di professione, all'organizzazione del lavoro e al modo in cui sono gestite le risorse UMANE nel contesto lavorativo.









Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!