Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

8° Congresso Nazionale AIAC - Ass. Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione - 15 / 17 Apr 2010 - Centro Fieristico Le Ciminiere Catania / Etna / Volcano

Lunedì 12 aprile 2010 | 00:00
8° Congresso Nazionale AIAC - Ass. Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione - 15 / 17 Apr 2010 - Centro Fieristico Le Ciminiere Catania / Etna / Volcano



HEART Articolo fra i 50 più letti nel settore Cuore HEART
Sindrome da CREPACUORE
Sembra infarto, ma non è.

Si chiama sindrome di Tako-Tsubo, o cardiomiopatia da stress, ed è una malattia rara che all'inizio veniva confusa con l'assai più comune (e più pericoloso) infarto del miocardio.

I pazienti arrivano in pronto soccorso con i caratteristici sintomi dell'infarto: dolore acuto al petto, un elettrocardiogramma con le alterazioni tipiche e il rilascio di quegli enzimi associati con la frequente malattia del cuore.

Ma appena si effettua una coronarografia per cercare il punto in cui si è creata l'occlusione che impedisce al sangue di arrivare al cuore, cosa che nell'infarto provoca la morte di molte cellule, non si trova nulla.

Molti l'hanno anche definita - sindrome da crepacuore - , o da cuore spezzato: colpisce soprattutto le donne in un periodo successivo alla menopausa, quando non sono più protette dall'ombrello ormonale estrogenico, e si associa nell'80% dei casi a forti stress emotivi, come per esempio dei lutti.

E' per questo motivo che spesso viene assimilata al - crepacuore - .

Un team di cardiologi, Leda Galiuto, Alberto Ranieri De Caterina, Angelo Porfidia, Lazzaro Paraggio, Sabrina Barchetta, Gabriella Locorotondo, Antonio G. Rebuzzi del dipartimento di Medicina cardiovascolare dell'Università Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma, guidato da Filippo Crea, hanno individuato il meccanismo che è alla base di questa curiosa patologia e hanno appena pubblicato un articolo sullo European Heart Journal, rivista della European Society of Cardiology.

- Nell'80% dei pazienti i sintomi rientrano spontaneamente dopo un paio di settimane senza lasciare traccia - spiega Filippo Crea - mentre negli altri casi il danno persiste."

"Il punto è che il danno causato dalla sindrome è nel cuore,

ma non nelle coronarie.
Quello che noi abbiamo cercato di spiegare è il meccanismo che porta all'insorgenza di questi sintomi.




CATANIA 15-17 aprile 2010 Centro Fieristico Le Ciminiere p.zzale Asia – Catania
* Comitato Promotore: Presidente prof Michele M. Gulizia
Past President Michele Brignole


next Congress
22 Apr 2010 - 25 Apr 2010
Arrhythmia 2010 Meeting
The TSC Interventional Cardiology Working Group we will have his 17th Meeting in conjunction with the Working Group on Arrhytmia 2010 and Post ACC Meeting between the dates of 22-25 April, 2010 in WoW Hotel and Convention center in Istanbul - Turkey





Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!