Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

suino toscano di cinta senese ottiene Dop Europa Mar 2012 • a quota 241 le denominazioni di Eccellenze Italiane riconosciute in ambito Unione Europea

Mercoledì 21 marzo 2012 | 00:00
suino toscano di cinta senese ottiene Dop Europa Mar 2012 • a quota 241 le denominazioni di Eccellenze Italiane riconosciute in ambito Unione Europea

carne di suino senese allevato allo stato brado o semi-brado eccellenza del comparto agroalimentare toscano e nazionale Dop Unione Europea

IMMAGINE tratta dall'affresco lungo circa 14 m. di Ambrogio Lorenzetti - Effetti del Buon Governo - La campagna ben governata - conservata nella Sala della Pace, Palazzo Pubblico, Siena


a quota 241 le denominazioni di Eccellenze Italiane riconosciute in ambito Unione Europea

premiati allevatori e produttori senesi che nei secoli hanno selezionato una razza robusta e in grado di utilizzare quasi esclusivamente le risorse naturali tipiche dell’ambiente toscano

- con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, la ‘Cinta Senese’ iscritta nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette.

a quota 241 le denominazioni di Eccellenze Italiane riconosciute in ambito Europeo

- • • - CINTA SENESE HISTORY - • • -

La Cinta Senese ha origini antichissime ma ancora incerte.
Tra le prime testimonianze della sua esistenza è l'immagine effigiata nell’affresco del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti nel Palazzo Comunale di Siena, risalente al 1338.

- introdotta nell’areale Senese, ebbe buona diffusione per le sue caratteristiche di robustezza e di facile adattabilità ad essere allevata allo stato brado.
- fino agli Anni ’50, quasi tutte le famiglie contadine toscane allevavano qualche Cinta per poi lavorarne le carni e fare scorta di salumi.

Negli anni ’50, iniziò l’introduzione delle razze suine "Bianche" – con predominanza dei "Large White".

Fu grande rivoluzione, in quanto la Large White, anche se non idonea all’allevamento brado, era più prolifica della Cinta, e l'animale era pronto per la macellazione dopo solo 6 mesi di vita, mentre lo sviluppo della Cinta richiede un periodo superiore ad un anno.

si iniziò l’incrocio tra verro Large White e scrofa di Cinta Senese, con la produzione di maiali detti "Grigi".
Questi conservavano l’attitudine al pascolo brado, ma erano precoci nello sviluppo.

- • • - la pratica di incroci diffusa ancora oggi, e si può ben dire che è la principale ragione della sopravvivenza della razza "Cinta".
Infatti, pochi allevatori hanno mantenuto Cinte Senesi in relativa purezza, proprio per poterle incrociare con le razze bianche.

- • • - La denominazione di origine protetta - Cinta Senese - riservata alle carni provenienti da suini da carne di razza cinta senese allevati allo stato brado/semi-brado e derivanti da soggetti provenienti da accoppiamenti di suini entrambi iscritti nel Registro Anagrafico e/o Libro Genealogico del tipo genetico Cinta Senese


www.cinta-senese.com

TAGS: agroalimentare cinta - carne maiale senese ottiene Dop Unione Europea Mar 2012, Large White e scrofa di Cinta Senese, maiali - suini, Cinta Senese iscritta nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette europee, suino senese dop 2012

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!