Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Laghi di Ganzirri e Stretto di Messina: eredità di sapori della Gastronomia Peloritana si presenta il Libro Giovedi 10 marzo Messina

Giovedì 10 marzo 2016 | 07:11
Laghi di GANZIRRI & Stretto di MESSINA: Eredità di SAPORI
libro di ACCADEMIA ITALIANA della CUCINA dedicato a 2 ECCELLENZE naturali del Territorio associate alla GASTRONOMIA PELORITANA

Dopo il libro Saperi e…sapori della città di Messina, edito nel 50° della costituzione della Delegazione di Messina di Accademia Italiana della Cucina,
Nuova proposta editoriale, curata dal giornalista Attilio Borda Bossana, rende omaggio a 2 eccellenze naturali del territorio, così associate alla gastronomia peloritana come lo sono lo Stretto di Messina e i laghi di Ganzirri.


Come rileva nella prefazione al libro, il delegato di Accademia Italiana della Cucina di Messina avv. Antonio Barresi
- Laghi di Ganzirri e Stretto di Messina: eredità di sapori - è ulteriore approfondimento che, attraverso un percorso tra storia e tradizioni, evidenzia antiche offerte e nuove proposte del patrimonio gastronomico lacustre e marino.

Eredità, oggi riscontrabile nell'immaginario riferimento collettivo, nazionale e internazionale, per la Cucina del Messinese.

Nelle sue 96 pagine - con storico apparato fotografico - il libro di Attilio Borda Bossana offre una disamina del rapporto tra VIAGGIATORI e gastronomia e della tipicità dei Pantani; recupera i dibattiti al Senato e alla Camera dei deputati sulle questioni della bonifica dei Laghi e richiama il culto di San Nicola - patrono di Ganzirri.

Non mancano curiosità come l'ottocentesca riproduzione dello Stretto sulle figurine del dado Liebig - la stagione musicale, tra gli anni 60 e 70, nei locali della zona e la deferenza gastronomica e letteraria, verso la GRANITA caffè con panna e brioche.

Poi un excursus storico dell'arte della cucina dei Laghi, tra visioni e tradizione, con i vari esercizi e le ricette di ieri e oggi.

Il libro rende inoltre testimonianza, ad altri 2 riferimenti del territorio: il ristorante La Macina e il ritrovo Granatari, realtà oggi scomparse ma sempre parte delle reminiscenze di tante generazioni di messinesi e no.

Laghi di Ganzirri e Stretto di Messina - le tradizioni della pesca del pesce spada e della coltivazione dei mitili nei 2 Pantani nel nuovo Libro di Attilio Borda Bossana mostrano al lettore un mosaico di Saperi & Sapori per inoltrarsi, più agevolmente, in un percorso di conoscenza o di riscoperta della cucina del territorio, valutandone il naturale legame alla tradizione e meditando sulle nuove tendenze.


Vicende del - Mangiare di un certo luogo, raccontate con il compasso della storia, che costituiscono un modo complementare per leggerne cultura e passato.

Libro per un'analisi che l'Autore ha voluto dedicare all'arte della gastronomia e alle suggestioni lacustri di Ganzirri e Torre Faro e marine dello Stretto di Messina, città in cui Accademia italiana della Cucina ha svolto e continua a sviluppare, il ruolo di istituzione culturale per salvaguardare, insieme alle tradizioni della Cucina Italiana, la Cultura della Civiltà della tavola.

/// Il libro Laghi di Ganzirri e Stretto di Messina: eredità di sapori - (ed. Accademia Italiana della Cucina - Messina), si presenta in anteprima alla stampa, nel corso di un aperitivo, giovedì 10 marzo 2016, h 11.30, al Marina del Nettuno Yachting Club Messina
- accessi: via Vittorio Emanuele - viale della Libertà - batteria Masotto.

In anteprima stampa - partecipa e relaziona Pasquale Caliri - chef del Nettuno Yachting Club - formatosi in ALMA - Ist. Alta Cucina di Gualtiero Marchesi, che ha elaborato per il libro 2 piatti, espressione di una cucina che si destreggia fra tradizione siciliana, innovazione e contaminazione.

+ info: Segr. di Accademia della Cucina. Tel.: 090 45452
(lunedì-venerdì 8 - 20; sabato 8 - 14)

www.accademiaitalianacucina.it/it/provincia/messina

Alpiz


Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!