Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Esselunga - storia di famiglia comune alle prese con la spesa in un supermarket regia Giuseppe Tornatore intanto . . .

Lunedì 3 ottobre 2011 | 00:00
Esselunga - storia di una famiglia comune alle prese con la spesa quotidiana in un supermercato il regista Giuseppe Tornatore firma un corto per Bernardo Caprotti - intanto

il N.1 di Esselunga Bernardo Caprotti (81 anni): lascia Presidenza dopo Sentenza (con la quale il Tribunale di Milano ha deciso di mandare al macero - Falce & Carrello - libro-denuncia del patron di Esselunga sulle COOP) pro Coop

- Nel dettaglio il Tribunale di Milano ha condannato Esselunga, il suo proprietario, il coautore e la casa editrice a un risarcimento pari a 300.000 euro e al ritiro del libro da tutti i punti vendita.
Le sentenze si accettano e non si giudicano e noi siamo stati e continueremo ad essere sempre rispettosi delle leggi e della Magistratura italiana. - Le sentenze si rispettano, ma...


ITALIA DECADENTE SE MANDA UN LIBRO AL ROGO

E tuttavia, se alla Coop sembra normale il rogo di un libro, il presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana (Fnsi), Franco Siddi, sulla vicenda ha qualche perplessità. - Non entro nel merito della sentenza - aggiunge Siddi - ma bruciare libri non è mai indice di libertà - riconosce. Mandare al rogo dei testi - evoca infatti altri tempi, situazioni illiberali - aggiunge - ponendo degli interrogativi inquietanti. Io credo che da un libro, anche dal più scorretto, ci si possa meglio difendere contrapponendo altre tesi, altre parole, altre prove, altri punti di vista.

Federazione Nazionale Stampa Italiana (Fnsi) PENSA CHE

Se il libro in questione ha cagionato un danno economico - secondo Siddi - è giusto - farsi valere, chiedendo i danni. - Ma credo sia più efficace moralmente, ad esempio - ipotizza il Presidente della Fnsi - prevedere una ristampa del testo con sentenza a margine.
La distruzione di libri resta - sempre e comunque - a detta di Siddi - un atto rischioso.

- Mantiene le deleghe operative, ma lascia simbolicamente la carica di presidente il N.1 di Esselunga Bernardo Caprotti. Annuncio dato dallo stesso fondatore della catena di supermercati, nel corso della presentazione del film - Il mago di Esselunga - di Giuseppe Tornatore.

Soprattutto dopo la sentenza che fa di me praticamente un ladro - ha detto Caprotti - le mie dimissioni dalla presidenza saranno sul tavolo tra 7 giorni. Ma questo non vuol dire che mi ritiro da quello che faccio

ESSELUNGA il Film regia Giuseppe Tornatore
Dopo 20 giorni di riprese e quasi un 1 di lavoro, Tornatore ha realizzato un film della durata di 16 minuti, prodotto da Adnkronos, nel quale si racconta la storia di una famiglia comune, alle prese con la spesa quotidiana in un supermercato Esselunga, dove i veri protagonisti sono però coloro che lavorano dietro le quinte nella preparazione dei banconi.

GRATIS a tutti i CLIENTI ESSELUNGA
in 5 MILIONI di COPIE

il Mago di Esselunga - distribuito gratis dal 10 ottobre 2011
in 5 milioni di copie a tutti i clienti, prende per mano il piccolo Sandrino e lo accompagna, assieme ai genitori Maria e Antonio, in un viaggio magico alla scoperta di quello che c'è dietro ai 150 negozi Esselunga con i suoi 20 mila dipendenti.
il racconto girato in pellicola da 35 mm nei centri logistici e di produzione di Limito di Pioltello (Milano) e Biandrate (Novara), in un teatro di Posa di Roma e per le scene di mare nel porto di Salerno.


Oct 2011 - ESSELUNGA il FILM regia di Giuseppe Tornatore

- Caprotti che non mi ha chiesto se avessi una tessera politica, così come io non l'ho chiesto a lui, ma mi ha chiesto semplicemente una storia da raccontare - dice Tornatore.
- Caprotti mi disse di non essere ossessionato dalla TV, né dalla pubblicità - sottolinea Tornatore - ma di voler semplicemente raccontare una storia, la storia di una famiglia tipo alle prese con la spesa di tutti i giorni, alla scoperta di cosa c'è, in realtà, dietro alle quinte di un supermercato.

- La sua richiesta - spiega Tornatore - mi sembrò così originale e curiosa che mi misi subito al lavoro per buttare giù qualcosa. Non conoscevo molto di Esselunga - sottolinea il regista - e non ho chiesto nulla a Caprotti. Ho solo incontrato tanta gente innamorata del posto in cui lavora e questo non è usuale.

- Con Tornatore abbiamo realizzato una storia bellissima - dice da parte sua il presidente di Esselunga Bernardo Caprotti.
- Con i nostri colleghi stranieri - spiega Caprotti all'anteprima del film, al Manzoni di Milano - spesso ci incontriamo e ci confrontiamo. E' stato al termine di uno di questi incontri che mi sono chiesto: perché non far vedere ai nostri clienti cosa c'è dietro al nostro lavoro?
Ho avuto la fortuna di incontrare Tornatore - sottolinea Caprotti - al quale ho chiesto di realizzare NON un documentario, sarebbe stato troppo banale, ma una storia.
Una storia vera che nessuno meglio di lui avrebbe saputo raccontare. - Ho visto il film almeno 30 volte, assieme ai miei nipotini - racconta Caprotti - e ce ne siamo innamorati tutti. E' una storia bellissima che ritengo abbia anche una sua valenza divulgativa, non politica, di come si possa fare questo lavoro.

BE THE FIRST TO KNOW ABOUT 100 Fresh News • Chi in .who Inside our N. 1 TOP 100 Fresh News website • WWW.SicilyDistrict.eu • Date & Location (apizzone@gmail.com)

TAGS: falce & carrello, Giuseppe Tornatore - regista, sicilydistrict portal, il presidente di Esselunga Bernardo Caprotti, GDO - Nuovi Media, insegne gdo, Federazione Nazionale Stampa Italiana (Fnsi), il Mago di Esselunga - distribuito gratis dal 10 ottobre 2011 in 5 milioni di copie, ESSELUNGA il Film regia Giuseppe Tornatore, label GDO

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!