Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Italia-Egitto corridoio verde entro 2010 • espansione commercio ortofrutticolo nei porti di Venezia Napoli Civitavecchia • porte di ingresso per il mercato Europeo

Venerdì 19 marzo 2010 | 00:00
Italia-Egitto corridoio verde entro 2010 • espansione commercio ortofrutticolo nei porti di Venezia Napoli Civitavecchia • porte di ingresso per il mercato Europeo

Parte già quest'anno, il GREEN CORRIDOR (corridoio verde) su cui punta l'Egitto per espandere il proprio export nel settore ortofrutticolo.

L'argomento Tema forte nell'Agenda del Summit Italia-Egitto di maggio 2010, il 3° dopo quelli di Roma nel 2008 e di Sharm el Sheikh del 2009.

A parlarne è il Ministro del Commercio e dell'industria egiziano Moh. Rachid, in un'intervista ad AnsaMed, a margine del Forum Economico del Mediterraneo che si è concluso a Roma.
Si tratta di un un progetto importante per noi come per l'Italia - sottolinea Rachid - che rappresenta non solo uno strumento per l'aumento degli scambi, ma anche un volano di sviluppo dei porti interessanti e del loro retroterra.

L'Italia diventa la nostra porta di ingresso per l'Europa e i mercati di paesi come Francia, Germania e Olanda.

I primi collegamenti diretti - informa l'entourage del Ministro - potrebbero partire già a maggio 2010 tra Alessandria e Venezia, il primo dei 3 scali a diventare operativo per il corridoio verde.

Ma oltre al progetto del green corridor - che riprende dopo la crisi, i cui effetti si sono fatti sentire anche sul pur vitale interscambio tra Italia ed Egitto - il vertice di Maggio (in programma a Roma) affronta tutti gli aspetti della Cooperazione tra i 2 Paesi, in campo non solo economico ma politico e culturale.

In primo piano, oltre ai trasporti, anche l'energia - sul fronte delle fonti tradizionali, ma anche su quello delle energie rinnovabili - importanti progetti industriali che stanno prendendo forma e il sostegno alle piccole e medie imprese (PMI).

In merito alle PMI in particolare, da una parte si tratta di definire come aiutarle nel marketing e nella promozione - ha osservato il Ministro - tramite la collaborazione tra la Confindustria dei 2 Paesi, dall'altra abbiamo anche un Work Plan per promuovere un certo numero di joint venture.

Nell'agenda del Summit di Maggio 2010, date non ancora definite, anche cooperazione in ambito universitario, formazione e sviluppo risorse umane ed immigrazione


- www.emdb.gov.eg



Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!