Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Ecco la spedizione dei Mille ! Garibaldi Marsala Risorgimento History

Venerdì 16 aprile 2010 | 00:00
• EMISSIONI ITALIA
Ecco la spedizione dei Mille!
Il foglietto, presentato ieri pomeriggio al Quirinale,
è stato reso noto solo ora

Già intravisto, ieri pomeriggio Giovedi 15 Apr 2010,
nelle fotografie scattate al Quirinale e nel manifesto;
riprodotto nella confezione data ai presenti alla brevissima cerimonia
(nel caso specifico, stampato su una lamina leggerissima in argento
con un velo d'oro) e nella cartella stampa;
da qualche minuto sulla “home page” del sito di Poste.
Finalmente, ecco le immagini del foglietto, giovedì 15 Apr.
svelato al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,
durante un incontro con il Ministro allo Sviluppo economico, Claudio Scajola.

Incontro al quale hanno partecipato i membri della Consulta
per l'emissione delle cartevalori postali e la filatelia e
della Commissione per lo studio e l'elaborazione delle cartevalori postali.

Riguarda il 150° dei Mille e sarà in vendita dal 5 maggio 2010.
Tirato in 2 milioni di pezzi, contiene 4 esemplari,
scomodamente (dal punto di vista dell'utenza) differenti per nominale.

Le immagini riproducono altrettanti dipinti:
il 60 cent offre “L'imbarco di Garibaldi a Quarto” di Vincenzo Azzola, conservato al Museo nazionale del Risorgimento italiano di Torino;
il 65 cent propone “Lo sbarco a Marsala, 11 maggio 1860”,
di autore ignoto e collocato alla Fondazione Bergamo nella storia - Museo storico di Bergamo;
l'85 cent raffigura “La battaglia di Calatafimi” di Remigio Legat,
esposto al Museo del Risorgimento di Milano;
l'1,00 euro richiama “L'incontro di Teano tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II”,
di Pietro Aldi custodito presso il palazzo Pubblico di Siena.

Fuori dal riquadro è citata una scena della storica impresa garibaldina
ispirata ad un'antica incisione.
Completano l'immagine il logo del 150° (utilizzato ieri anche in un annullo sul Colle), una grande bandiera che copre parte dei due francobolli inferiori e il solito - ma sempre fuori luogo - emblema di Poste italiane.

L'emissione -ha detto il ministro Scajola- “costituisce un simbolico contributo alla riflessione sul significato e sull'attualità della nostra identità nazionale. Un'identità che, con l'avvio del federalismo, dovrà trovare nuovo slancio, rinnovandosi e rafforzandosi, senza tradire i principi di solidarietà ed unità nazionale che ispirarono il nostro Risorgimento e senza mai dimenticare l'esigenza di colmare lo storico divario socioeconomico esistente tra il Nord e il Sud del Paese”.
Gli annulli speciali saranno impiegati agli sportelli filatelici di Genova Centro e Marsala (Trapani) nonché agli uffici di Calatafimi (sempre Trapani) e Teano (Caserta), tutti centri protagonisti della spedizione. Una sottolineatura marcofila è prevista pure allo spazio filatelia di Roma, città che però sarebbe rimasta pontificia ancora per dieci anni, fino al 1870.
Il bollettino illustrativo è dovuto al docente di Storia contemporanea alla “Sapienza” di Roma Giuseppe Monsagrati.

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!