Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Italia 150•Passion Goffredo Mameli non solo inno ! Mameli protagonista di Opera Lirica in forma di concerto di Ruggero Leoncavallo • Zafferana Etnea (Catania Sicily) 26 July 2011• world premiere

Venerdì 22 luglio 2011 | 00:00
Italia 150•Passion Goffredo Mameli non solo inno ! Mameli protagonista di Opera Lirica in forma di concerto di Ruggero Leoncavallo • Zafferana Etnea (Catania Sicily) 26 July 2011• world premiere

• MARTEDI 26 luglio 2011 anfiteatro Comunale di Zafferana Etnea ospita - in prima mondiale - per il Cartellone di Etna in Scena - la rappresentazione di Mameli, opera Lirica patriottistica commemorativa di R. Leoncavallo.
Libretto di Gualtiero Belvederi. Azione storica in 2 episodi in forma di concerto

La realizzazione dell’imponente opera resa possibile grazie alla collab. con Beinecke Rare Book Library e New Haven University (Usa) che ha concesso copia dell`originale dell`opera Mameli.

L`opera diretta dal Suo revisore il M° SILVANO FRONTALINI che in questa occasione debutta, come regista dell`opera, mettendo in tal modo a frutto una consolidata esperienza di teatro accumulata in una lunga carriera che lo ha visto dirigere oltre 500 recite di opere italiane e portare alla scoperta discografica di innumerevoli opere inedite di Ponchielli, Leoncavallo ed altri prestigiosi autori.

Oltre la celebre soprano Natalia Margarit che interpreta Delia, in scena i seguenti personaggi ed interpreti: Goffredo Mameli (tenore) Paolo Bertolucci; Carlo Terzaghi (baritono) Lorenzo Battagion; Cristina Trivulzio (mezzosoprano) Liliana Neciu, Orchestra Filarmonica Nazionale Rumena Oltenia di Craiova.

Mameli, l’autore dei contestatissimi versi del nostro Inno Nazionale, Fratelli d’Italia o Canto degli Italiani (titolo originale dell’Inno) sta per tornare. Ma non per l’ennesima discussione sull’Inno nazionale.

• Goffredo Mameli come protagonista di un opera di Leoncavallo, l’autore di Pagliacci, opera creduta persa e di recente ritrovata alla Università di Yale negli USA e revisionata da Silvano Frontalini considerato dalla critica internazionale esperto delle riscoperte di autori Italiani del passato avendo inciso tante prime mondiali di svariati autori.

L`esecuzione Mameli programmata, in forma scenica in alcune località della Sicilia, per festeggiare il doppio anniversario dello sbarco dei Mille e dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Messa in scena anche in Piemonte, in Lombardia a Sondalo, in Umbria a Narni, nelle Marche a Corinaldo e nell`ottobre del 2011 in piena terra “leghista” ma senza intenzioni polemiche ma unicamente celebrative anche se in questo caso l’esecuzione sarà “bilanciata” con brani dal Nabucco per richieste locali.

• A far perdere le tracce dell’opera di Leoncavallo, Mameli o Alba Italica, per quasi un secolo dal debutto, contribuì la 1a GUERRA mondiale, che avendo fatto chiudere i Teatri sospese ogni attività, e cancellò anche la programmazione di quell’opera che l’autore, col favore di pubblico e critica, aveva tenuto a battesimo al Carlo Felice di Genova il 24 febbraio 1916

• In seguito fu replicata la stagione seguente in molti Teatri della Nazione e, sull’onda di tale successo, era in procinto di essere tradotta in un film per il quale le trattative erano a buon punto.
• Improvvisamente l’opera sparì di nuovo, probabilmente anche a causa di Fratelli d’Italia (per il quale il patriota genovese è noto, ed anche inviso, alla stragrande maggioranza degli italiani), che si ascolta in più punti nell’opera, ma che ricordando troppo la Repubblica, fu sgradito sia ai SAVOIA che al regime fascista.

////// MAMELI Storia d’Amor LIRIC OPERA //////

• Ruggero Leoncavallo, prima di scrivere l’opera, si era documentato meticolosamente sul protagonista.
Tra le sue carte è stato ritrovato un quadernetto manoscritto di 24 pagine nel quale appuntò la biografia del patriota e, successivamente, volle occuparsi del libretto, vantando una laurea in lettere a Bologna, in quanto allievo di Carducci.

////// L’opera Mameli, sottotitolata - azione storica in 2 episodi - si svolge a Milano, nell’autunno del 1848, in casa del patriota Carlo Terzaghi, del quale Mameli sposò la figlia a Roma, nel giugno del 1849, in una casa sul Gianicolo, mentre infuriava la battaglia che segnò la fine della breve esperienza della Repubblica Romana.
E si conclude con la morte del poeta, non ancora 22enne, in battaglia, fra le braccia della giovanissima moglie, Delia Terzaghi, mentre si ode in lontananza Fratelli d’Italia.

Nell’opera, la storia d’Amore del Poeta si intreccia con le vicende patriottiche Risorgimentali ed infatti vi compaiono noti personaggi storici come Enrico Dandolo, Luciano Manara, ed anche la Principessa di Belgioioso, con fascia tricolore e fucile in mano.

Tale intreccio farà dire a Daniele Rubboli che Leoncavallo, nel Mameli interpreta il dramma di un idealista innamorato che, sulle barricate, confonde patria e donna, politica e amore.

/////// Leoncavallo, convinto interventista a fianco degli Alleati (Francia e Inghilterra) e tra i primi firmatari di un manifesto antitedesco redatto dall’Ass. artistica internazionale, si giocò il rapporto con l’editore Sonzogno, che ai Teatri Tedeschi teneva, e fu costretto a depositare l’opera a suo nome presso la Prefettura di Milano, nella versione per canto e pianoforte, assicurandosi così i diritti d’autore futuri; ma, per far fronte alle spese immediate, dovette vendere la sua villa di Brissago, in Svizzera.
• • • • • • • • • • • • • • • •
MAMELI • MARTEDI 26 luglio 2011 anfiteatro Comunale di Zafferana Etnea - in prima mondiale -

• • • • • • • • • • • • • • • •
BE THE FIRST TO KNOW ABOUT Italia 150 News • Chi in . . who • Inside our
//// N 1 Italia 150 News website • WWW.SicilyDistrict.eu • Date
(apizzone@gmail.com)

• • • • • • • • • • • • •
TAGS: Cartellone di Etna in Scena, Beinecke Rare Book Library, Espierenza Italia, Fratelli d’Italia, Goffredo Mameli, Italia 150, New Haven University, Ruggero Leoncavallo, Sicilydistrict Portal, SILVANO FRONTALINI, Sonzogno editor, Zafferana Etnea
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^


Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!