Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Bach only global Bach trance iranian Ramin Bahrami fenomen piano TopTen Bachmusic in Catania - Lecce - Mestre - Roma - Venezia . .

Lunedì 9 ottobre 2017 | 21:59
2017 Bach only global Bach trance iranian Ramin Bahrami fenomen piano star World Top Bach Music 2017 Switzerland Germania Italia . . . Tour 2017: Catania - Lecce - Mestre - Roma - Venezia . . .


//// interpreti Bachiani ////

Ramin debutta in maggio 2009 a Lipsia Gewandhaus ,
invitato da Riccardo Chailly a suonare con la Gewandhaus Orchester 2 dei più celebri Concerti di Bach.

La critica tedesca scriverà il giorno dopo: - Mago del suono, un poeta della tastiera… artista straordinario che ha il coraggio di affrontare Bach su una via veramente personale…
(Leipziger Volkszeitung)

Nel gennaio 2009 Ramin Bahrami era stato insignito del Premio - Città di Piacenza - Giuseppe Verdi dedicato ai grandi protagonisti della scena musicale, riconoscimento assegnato prima di lui a Riccardo Muti, José Cura, Leo Nucci e Pier Luigi Pizzi.

///////// WHO Ramin

Ramin Bahrami scompone la musica di Bach e la ricompone in modi che risentono di un modello, Glenn Gould, senza veramente assomigliare al modello.

Io gli ho insegnato a sopportare il morso, ma non l’ho domato; e spero che continui ad essere com’è - Piero Rattalino

Bahrami considerato tra i massimi interpreti bachiani del panorama intern, al pianoforte esegue le Variazioni GOLDBERG
Aria in sol maggiore oltre variazioni seguite dalla ripetizione dell’aria, a formare un corpus di 32 elementi (quante le battute dell’aria stessa), divisi in 10 gruppi di 3 - ciascuno concluso da un canone – e 2 parti di 16: questi i numeri delle Goldberg Variationen, opera cardine del catalogo bachiano e tra i vertici massimi del suo esprit de géométrie

// CONCERTS ////// DATE /// CITY //// LOCATION ///



Martedi 7 Nov 2017 • Ramin Bahrami • ROMA
h 20:45 Roma IUC con Danilo Rea

Venerdi 22 Dicembre 2017 • Ramin Bahrami • LECCE
Lecce Teatro Politeama con Danilo Rea


25 Feb 2018• Ramin Bahrami • CATANIA
Ramin Bahrami, pianoforte
Massimo Mercelli, flauto
Catania Teatro Massimo Bellini


10 Marzo 2018 • Ramin Bahrami • VENEZIA
Mestre Teatro Toniolo con Danilo Rea


Tour 2017-2018: Catania - Lecce - Mestre - Roma - Venezia

Alpiz
• algoritmo classical music • LINKS

wWw.raminbahrami.com

• Ramin Bahrami cd Decca con 5 concerti di Bach diretti da Riccardo Chailly, da oltre 3 mesi ai primi posti della hit parade.
- risultato straordinario per un'incisione classica, alla quale Bahrami farà presto seguire un'altra, dedicata alle 6 suites inglesi, sempre del venerato Bach.
B. B. BACH & BAHRAMI
Perché per Bahrami, Bach è più di un musicista, è una religione: - Goethe ha definito le note di Bach un dialogo del Signore con se stesso prima della Creazione.
BAHRAMI: Bach salvavita: nato a Teheran nel 1976, a 12 anni è dovuto fuggire dal suo Paese e 2 anni dopo, mentre studiava al Conservatorio di Milano, suo padre, un ingegnere colpevole di aver lavorato per il precedente regime, fu ucciso dai pasdaran.
Poco prima di morire, in una lettera dal carcere gli aveva scritto: CARO FIGLIO frequenta Bach, non ti lascerà mai solo. Ha seguito quel consiglio.

//// interpreti Bachiani ////
Perché Bach piace così tanto ai giovani? Suppongo per la sua forza nell'unire mondi differenti, rendendo il cosmo migliore.
BACH & ORIENTE - OCCIDENTE

Bach ha capito questo importante concetto 200 anni prima della cosiddetta globalizzazione. La sua musica è un dialogo continuo, in cui l'Oriente e l'Occidente coesistono, convivono e non smettono mai di cercarsi l'uno l'altro, un dialogo nel quale una seconda eccedente e una terza maggiore si incontrano senza distruggersi.
Bach non conosceva il pianoforte, ai suoi tempi gli strumenti a tastiera erano il clavicembalo, il clavicordo o l'organo. Ma le trascrizioni per piano di Eugene d'Albert e Ferruccio Busoni, composte fra ‘800 e ‘900, dopo quelle di Liszt, divennero pezzi di riferimento del repertorio concertistico.
E successivamente ci furono Harold Samuel, Edwin Fischer e Walter Gieseking a riportarle sempre più in auge. Più recentemente, fra gli altri, Glenn Gould, fonte d'ispirazione per il piccolo Bahrami: colpo di fulmine risale a quando era bambino: aveva 5 anni e si trovava a casa di un'amica persiana appena tornata da Parigi con un ellepì di Gould. Fu lei a fare ascoltare la toccata della Sesta Partita. Quell'emozione, da allora, non l'ha più abbandonato: è come se un virus lo avesse pervaso, stregandolo, facendolo quasi cadere in trance.

//// interpreti Bachiani ////
Come Gould, Bahrami ammirò la pianista Rosalyn Tureck, musicista capace di letture estremamente personali.
- Ho ricordo molto vivido e affascinato della Tureck, che annovero tra gli interpreti più decisivi e rivoluzionari per alcune sue scelte di tocco singolari. Non solo per l'arte declamatoria unica tra tutti gli interpreti Bachiani del XX sec, ma anche per i suoi capricci e atteggiamenti da femme fatale del contrappunto. Il mio ricordo personale si ricollega alla Sarabanda della Sesta Partita, che ebbi il grande onore di suonare per lei a 14 anni. La mia esecuzione le suscitò una reazione veemente: mi disse - Ramin, noi abbiamo studiato per 80 anni questa musica e arrivi tu e la fai come se fosse una tua composizione!
Sul come suonare Bach al piano si sono creati veri e propri partiti.
- Maurizio Pollini, per esempio, rappresenta l'ultimo anello di una generazione di interpreti che si permette di prescindere in buona parte dall'apporto della filologia.
difficile in futuro trovare chi abbia tanto prestigio personale da ignorare il tocco clavicembalistico, l'articolazione ritmicamente nervosa, il pochissimo pedale consigliato dai recenti esegeti bachiani.
Con tutta la mia infinita stima per POLLINI, sono d'accordo con lui all'80%, soprattutto sul fatto che Bach avrebbe amato e usato largamente lo Steinway moderno.
- Pur prediligendo un approccio alla musica Bachiana liberale e libero, penso che, per non incappare in anacronismi di stile, una conoscenza profonda della filologia sia fondamentale, sostiene Bahrami.
Fra i pianisti d'oggi si sono fatta una fama di solidi interpreti bachiani András Schiff e Angela Hewitt.
Sono fortunato a essere amico di entrambi e sono ovviamente un ammiratore assiduo della loro arte, che considero tra gli esempi più riusciti degli ultimi decenni.
L'elemento che ci accomuna è la venerazione per il verbo del genio di Eisenach, che ci permette ogni giorno di scoprire una sfaccettatura della sua immensa opera.

Alpiz

algoritmo music, BE THE FIRST TO KNOW ABOUT CONCERTS
The Portal . . . WWW.SicilyDistrict.EU . . . . Chi dove inTour who where inside our N.1 TOP global MUSIC website
NEW News Date & Location


Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!