Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Eagles * 4 Nov 2010 Marco Polo fan China degusta Shandong IGP(indicazione geografica protetta) Longkou Fen Si * pasta cinese * open European viceversa global food

Giovedì 4 novembre 2010 | 00:00
Eagles * 4 Nov 2010 Marco Polo fan China degusta Shandong IGP(indicazione geografica protetta) Longkou Fen Si * pasta cinese * open European viceversa global food


La pubblicazione (30 Oct2010) avvenuta in Gazzetta Ufficiale di Unione Europea L.285/17 sancisce la nascita della prima CHINESE PASTA IGP -
la notizia è stata accolta con grande clamore in Cina e nei Media Cinesi.

- Federico Vecchioni, Presidente di Confagricoltura dichiara IGP(indicazione geografica protetta)Longkou Fen Si - pasta cinese - apertura Europea per reciprocità globale nel Food.

EUR-Lex - Official Journal - 2010 - L 285
30 Oct 2010 - Council Decision of 19 October 2010 concerning China Food.

La pasta Longkou Fen Si (Igp), conosciuta anche con il nome di vermicelli cinesi (cellophane noodles), è ottenuta con amido secco ricavato da fagiolini verdi e piselli dalla forma di sottili vermicelli di spessore uniforme, morbidi ed elastici, che - non si incollano - e non si spezzano per l'elevato contenuto in amido dei vermicelli dovuto al metodo di lavorazione e alle acque utilizzate.


//////// CHINESE FOOD EUROPE LIST //////////////////////

Oltre ai vermicelli sono in attesa della registrazione Europea altri prodotti alimentari cinesi come - la mela Shaanxi Ping Guo, il tè verde Longjing cha, il pomelo (un tipo di agrume) Guanxi Mi You, il tubero Lixian Ma Shan Yao e l'aceto di riso fermentato Zhenjiang Xiang Cu.


/////// ITALIA LANCIA PASTA GRANO 100% ITALIANO /////////////

- Il riconoscimento EUROPEO del 1° prodotto cinese deve anche significare un impegno per il gigante asiatico a combattere le contraffazioni ed imitazioni dei prodotti alimentari tipici sul proprio territorio - ha dichiarato il Presidente della Coldiretti Sergio Marini a RIMINI (Hotel Le Meridien) dove il Pastificio Ghigi, partecipato dai Consorzi Agrari, ha presentato la 1a pasta fatta al 100% con GRANO italiano nell'ambito del progetto per una filiera agricola tutta italiana.

In Cina purtroppo il falso Made in Italy è spesso arrivato prima di quello vero ed è possibile trovare sul mercato PARMESAN Australiano, provolone USA ma anche pecorino e pomodorini di collina CINESI che - sostiene Marini - tolgono spazio sugli scaffali al prodotto nostrano.
Non mancano peraltro segnali incoraggianti come il fatto che le bottiglie di VINO Made in Italy esportate in Cina sono più che triplicate nel corso del 2010 facendo registrare un aumento record del 242%, ma a crescere sulle tavole del gigante Asiatico è l'intero Agroalimentare italiano che complessivamente nel 2010 quasi raddoppiato in valore (+86 per cento), secondo una analisi della Coldiretti su dati Istat.
Resta comunque necessario - continua la Coldiretti - un riequilibrio nella bilancia commerciale agroalimentare tra Cina e Italia con le importazioni dal gigante Asiatico che sono state in valore pari a 3 volte le esportazioni, nel primo semestre del 2010.
A preoccupare sono anche - precisa la Coldiretti - le garanzie di sicurezza alimentare del prodotto proveniente dalla Cina, dopo i recenti allarmi sul latte contaminato dalla melamina.

////////// IL POMODORO GLOBALE IN CINA ////////////////////

Il prodotto agroalimentare maggiormente importato dalla Cina in Italia è il concentrato di pomodoro per il quale si registra un aumento del 18% degli arrivi nel primo semestre 2010.

Nel 2010 si stima che sono arrivati in Italia 100 milioni di kg di concentrato dalla Cina destinato ad essere - spacciato - come Made in Italy perché - dichiara la Coldiretti - non è ancora obbligatorio indicare in etichetta la zona di coltivazione della materia prima agricola.




///// EUROPA CINA FOOD QUALITY & WTO ///////////////

Da aprile 2006 la UE ha previsto la possibilità di presentare domande di registrazione DOP, IGP e STG anche per i prodotti NON Europei.

Così Federico Vecchioni, presidente di Confagricoltura, commenta la notizia che Bruxelles ha concesso ai - vermicelli - cinesi Longkou Fen Si - di fregiarsi di essere IGP (indicazione geografica protetta UE).

- Ci auguriamo che questo riconoscimento ad un prodotto cinese sia il primo passo verso una multilateralità in sede WTO che per il nostro Paese è fondamentale.
Oggi, infatti, non c’è reciprocità e, se un prodotto cinese può godere in Europa delle tutele previste dal marchio IGP, un nostro imprenditore non ha, invece, alcuna tutela di questo tipo in Cina.

La vera sfida che attende l’Unione Europea - prosegue Federico Vecchioni - è far recepire il sistema delle denominazioni di origine in sede WTO in modo da ottenere un riconoscimento esteso a livello globale dei suoi marchi di garanzia.
Indubbiamente quello della Cina è un passo avanti sulla strada della Qualità che risponde ad un disciplinare produttivo ed a tradizioni locali e di questo si avvantaggiano i consumatori.
Certo un IGP a pasta cinese ci crea qualche preoccupazione perché riguarda un prodotto, come la pasta, che è un simbolo del made in Italy alimentare.
Ma siamo favorevoli alle sfide sul mercato globale ad armi pari.

* Longkou Fen Si IGP,registrato in Gazzetta Ufficiale Unione Europea L 285/17, nella classe 2.7 - Paste Alimentari, indicazione geografica protetta.

Si tratta del 1° prodotto orientale ad essere riconosciuto nell’elenco delle specialità alimentari europee, che va ad aggiungersi al
- * Caffè di COLOMBIA IGP - il solo altro prodotto ad Indicazione Geografica di un Paese terzo ad aver ottenuto la registrazione di Unione Europea, per il riconoscimento secondo il sistema delle DOP e IGP, da quando, nell’aprile 2006, è stata prevista la possibilità di presentare domande di registrazione DOP/IGP/STG anche per i produttori extra UE.


- - - -

///// vermicelli cinesi Longkou Fen Si //////////////

////// ENGLISH VERSION ////////////////////

No strange aroma, but will LONGKOU FEN SI
The Official Journal of the European Union has published an application pursuant to Article 6(2) of Council Regulation 510/2006 on the protection of geographical indications and designations of origin for agricultural products and foodstuffs to register the term LONGKOU FEN SI as a Protected Geographical Indication for Chinese pasta.

According to the specification
- Longkou Fen Si is a threadlike dry starch product made from green beans and peas.
In appearance, Longkou Fen Si is white and translucent.
Every single piece is of the same thickness (with no doubling or broken pieces); it is soft and elastic; it tastes pure and does not have a strange aroma and it has no impurity apparent to naked eye.
Its most typical characteristic is its ability to endure boiling temperatures without any gelatinisation. Even after being boiled for one hour, pieces will still not stick to each other and there will be no gelatinisation and no/few broken pieces.




(apizzone@gmail.com)


Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!