Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

26 Oct 2010 • Nuova Turandot in cinese per Riccardo Cocciante • Opera Hall di Shanghai Oriental Art Center

Martedì 26 ottobre 2010 | 00:00
25 Oct 2010 • Nuova Turandot in cinese per Riccardo Cocciante • Opera Hall di Shanghai Oriental Art Center


Il musicista italiano, in concerto nell'Opera Hall di Shanghai Oriental Art Center - invitato dal commissario italiano Expo Shanghai, in un concerto dal titolo - Cocciante canta Cocciante - from singer-songwriter to composer of Opere Popolari - ha numerosi progetti per il Paese della grande muraglia.

In Cina Cocciante già conosciuto, per aver portato in tournée la sua fortunatissima opera - Notre Dame de Paris - riscuotendo moltissimo successo.

Ora ci torna in un concerto che ripercorre le tappe della sua carriera, dai brani che lo hanno reso celebre in tutto il mondo fino a quelli contenuti in Notre Dame e in Giulietta e Romeo, la sua ultima opera popolare.

Per questo, Cocciante si avvarrà della collaborazione di 3 giovani sue scoperte protagonisti di Giulietta e Romeo: Gian Marco Schiaretti, Marco Vito e Tania Tuccinardi.

Ma la relazione tra l'autore di Margherita e la Cina non si limita solo a questo: presto Giulietta e Romeo sbarcherà in tournée in Cina e Cocciante è al lavoro su una TURANDOT in cinese.

- Non la traduzione dell'opera pucciniana - spiegano dal suo entourage - ma un lavoro nuovo, sullo stile delle opere popolari, espressamente richiesta da produttori cinesi.

L'opera in cinese rappresenta la nuova frontiera per Cocciante che sta lavorando anche ad un'altra opera popolare, che narra la storia dei giovani RUSSI del 1825, dei moti di dicembre di quell'anno.

Lei manca da diverso tempo dalle scene come cantante. Come mai ha scelto di esibirsi a Shanghai ? - Sono venuto volentieri - risponde il musicista – su invito del commissariato generale Expo per visitare gli italiani qui, per fare un piccolo concerto per rispetto a tutto quello che l'Italia e gli Italiani hanno fatto qui.

Ma la sua relazione con la Cina è molto più intensa. Sì, a parte Notre Dame – dichiara Cocciante - l'opera popolare che sto scrivendo e la tournée che farò con - Giulietta e Romeo - credo che questo sia sicuramente il posto del futuro.

• I CINESI, soprattutto i giovani, sembra abbiano molto bisogno di musica diversa dalla loro tradizione, che quasi non capiscono più, per cui sentono musica occidentale o orientale che sembra quella della nostra tradizione.
Amano la nostra musica, ed è giusto essere qui.

Quale tipo di musica possiamo esportare in Cina?
- Tra i cantautori mondiali c'è chi fa canzoni troppo parlate e chi, come me ed altri, misceliamo musica e parole.

• Questa musica è di sicura attrazione per questo mercato, perchè non è legata soltanto a questioni linguistiche, ma con ottima musica resta nella mente e nei cuori.

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!