Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

stop da oggi ad aranciate senza arance

Mercoledì 7 marzo 2018 | 17:27
Storico successo per Italia viene da entrata in vigore della Legge Comunitaria per la quantità minima di succo nelle bibite a base di arance che passa finalmente dal 12 al 20%, con effetti positivi per i consumatori e per i frutteti italiani.


❤ ☀️❤ ARANCIATE ? almeno il 20% devono essere di succo di arance

IMPORTANTE LEGGE EUROPEA salva Made in Italy a tavola, finalmente stop alle aranciate senza arance.


Ridata dignità al comparto siciliano dove si producono 20 milioni di quintali di agrumi entra in vigore la Legge Comunitaria Europea che alza il contenuto minimo di succo di frutta nelle bibite gassate dal 12 al 20%.


Sconfitta la Lobby delle aranciate senza arance grazie all’azione del Governo Renzi nel 2017 che si è dimostrato vicino agli interessi reali delle imprese agricole e dei consumatori.
Emendamento del Pd con 1° firmatario Oliviero Nicodemo alla legge Comunitaria ha alzato per Legge il contenuto minimo di succo di frutta nelle bibite gassate dal 12 al 20%.


Finalmente cambiata norma che permetteva di vendere acqua come fosse succo.



❤ ☀️❤ Benefici del bere succo di arance: Vivere più sani


Adesso che la legge entra in vigore ARANCE annue bevute dai 23 milioni di italiani incrementano di 200 milioni di Kg per chi consuma bibite gassate, il che significa incrementare di 50 mila Kg di vitamina C .


Decisione che concorre a migliorare concretamente la Qualità di alimentazione e a ridurre le spese sanitarie dovute alle malattie connesse alle obesità in forte aumento.



Non va peraltro dimenticato - dichiara Giovanni Selvaggi presidente Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP - impatto economico sulle imprese agricole - poichè gli incrementi della percentuale di frutta nelle BIBITE potrebbe salvare oltre 10 mila ettari di agrumeti italiani situati soprattutto in Regioni come Sicilia e Calabria.

Alpiz

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!