Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Sicily Tyrrhenian Coast • FIUMARA D'ARTE - PARK of SCULPTURES - 21 Mar 2010 battesimo PIRAMIDE di Mauro Staccioli

Lunedì 1 marzo 2010 | 00:00
FIUMARA D'ARTE - PARK of SCULPTURES • Sicily Tyrrhenian Coast • 21 MAR 2010 battesimo della PIRAMIDE di Mauro Staccioli

Il parco scultoreo di Presti si arricchisce dell'opera di Mauro Staccioli, toscano di Volterra. Sarà accessibile sono nel giorno del solstizio d'estate.
La presentazione il 19 marzo 2010 a Motta D'Affermo (Messina).

Nasce il 21 marzo 2010, all’equinozio di primavera, la Piramide-38° parallelo, opera che arricchisce il parco scultoreo più grande d’Europa: Fiumara d’arte. Ideata da Antonio Presti, la maestosa scultura è stata realizzata dall’artista Mauro Staccioli.

Il Palazzo comunale di Motta D’Affermo ospita la presentazione ufficiale del progetto alle ore 11 del 19 marzo 2010.
Il significato di questa opera - alta 30 m. la cui costruzione è durata ben 2 anni e mezzo - è la perfetta sintesi dell’Universale, di coesistenza degli opposti: "il triangolo – afferma Staccioli - “è l’immagine a 3 punte di cui immagino che i vertici siano Arte, Religione e Filosofia. E’ la Sicilia”.

La nuova opera del parco di sculture dei Nebrodi è stata realizzata in collaborazione con il comune di Motta d’Affermo, guidata dal Sindaco Sebastiano Adamo, e con il contributo dell’Ass. regionale ai beni Culturali nell’ambito del POR Sicilia 2000/2006, oltre ai fondi della legge su Fiumara d’Arte e al dono della Fondazione Fiumara d’Arte nella persona di Antonio Presti.

“Questo nuovo interesse e rispetto da parte dei comuni del territorio nei confronti del Parco di Fiumara, fa sperare ad un futuro di condivisione soprattutto per garantire e tutelare questo grande patrimonio artistico/culturale” sottolinea Presti.

L’imponente Piramide deve il nome, “38° Parallelo”, alla sua collocazione su un’altura nel territorio di Motta d’Affermo che guarda il mare e le isole Eolie e sullo sfondo gli scavi archeologici dell’antica città di Halaesa
La struttura, un tetraedro cavo, è stata realizzata con centinaia di lastre fino a raggiungere l’altezza di 30 metri, in acciaio corten : uno speciale materiale che a contatto con l’aria si ossida e assume un colore bruno intenso.
Al tramonto i raggi del sole calante accendono di rosso l’acciaio bruno e la luce penetra all’interno della scultura attraverso un taglio sullo spigolo orientato a Nord-Ovest, in direzione di Cefalù.
Al crepuscolo la Piramide rende la sua funzione di “eremo laico che invita l’Uomo al risveglio della Coscienza”.

Per volontà della Fondazione Fiumara d’Arte di Antonio Presti, la Piramide sarà accessibile all’interno solo il 21 GIUGNO di ogni anno, in coincidenza con il solstizio d’estate.

www.ateliersulmare.it



Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!