Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

A Mitteleuropean wayfarer • VENEZIA rende omaggio a ZORAN MUSIC • until 7 Mar 2010

Sabato 6 febbraio 2010 | 00:00
Mitteleurope • Grande mostra a Venezia, per il centenario della nascita di ZORAN

• ZORAN MUSIC • 3 Dec 2009 / 7 Mar 2010

A Mitteleuropean wayfarer, who – in the words of the curator - remained forever heimatlos, Zoran Music was born in Gorizia, which at that time was part of the Austro-Hungarian Empire, a crossroads of races, cultures and languages. He spent his childhood in Dalmatia, then as a refugee in Styria and Carinthia. This was followed by Art School in Zagreb, a stay in Prague where he gathered impressions of Klimt and Schiele and the French Impressionists, a long period in Spain discovering Goya, then exhibitions in post-imperial Trieste, where he met his future wife, the painter Ida Cadorin.
Then came the move to Venice. After his horrific deportation to Dachau he returned to Venice in 1946, where he lived, alternated with periods in Paris as of 1951, up to his death in May 2005.

• VENEZIA rende omaggio a ZORAN MUSIC (Gorizia 1909 – Venezia 2005) con una mostra che celebra il 100° della nascita dell’ARTISTA.
Di levatura internazionale e considerato tra le presenze fondamentali del '900. Zoran Music, di origini dalmate, trova a Venezia la sua città di adozione, fonte di ispirazione e punto di riferimento costante per l’artista durante la sua intera traiettoria PITTORICA.
Promossa dall’Ist. Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, da Regione Veneto e da Arthemisia Group, la mostra, a cura di Giovanna Dal Bon, si compone di quasi 100 opere, tra oli e lavori su carta, alcuni dei quali inediti ed esposti per la prima volta, e indaga soprattutto gli ultimi 30 anni della traiettoria pittorica dell’artista, quando la sua figurazione scarnificata si fa estrema.
L’opera di Music, che attraversa quasi tutto il secolo scorso, indica infatti, nel suo segno scabro ed essenziale, un itinerario di spoliazione verso il raggiungimento dell’essenza.
Un viandante mitteleuropeo, in fondo sempre Heimatlos – come definito dalla curatrice - Zoran Music nato a Gorizia, a quell’epoca facente parte dell’impero austro-ungarico, crocevia di razze, culture e idiomi. Gli anni dell’infanzia in Dalmazia, poi profugo in Stiria e Carinzia, l’Accademia a Zagabria, un lungo soggiorno in Spagna sulle tracce di Goya, la Trieste post-imperiale, Venezia, le impressioni praghesi. Dopo la terribile esperienza di deportazione a Dachau, arriva a Venezia, dove vivrà in alternanza con Parigi fino alla morte, nel Maggio 2005.

+ info: www.zoranmusic.it -

- - Catalogo Marsilio -

Ist.Veneto Scienze Lettere & Art - Campo S. Stefano 2842
Fermata Vaporetto Accademia

fino a Domenica 7 Marzo 2010

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!