Servizio ai viaggiatori ESTA
vi assistiamo con la vostra domanda ESTA:
https://www.esta-usa-visto.it

Da Timisoara e Bucarest più voli Romania - Italia, e non solo, per Carpatair vettore aereo rumeno

Giovedì 4 febbraio 2010 | 00:00
Da Timisoara e Bucarest più voli Romania - Italia, e non solo, per Carpatair vettore aereo rumeno nato nel 1999, oggi in forte espansione.

• 80 Voli giornalieri in 32 città Europee 6 Stati (Germania, Grecia, Italia, Moldavia, Romania, Ungheria)
• Destinazioni Italiane servite: Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Firenze, Roma, Torino, Verona, Venezia
Il vettore ha aperto dal 7 dicembre 2009 un collegamento da Venezia per Budapest, operato con un Saab 2000 da 50 posti e in codeshare con Malev.

• 2009 / 2010
Acquistati 3 areomobili Fokker 70, Carpatair, ha operato il suo primo volo da Timisoara a Chisinau col nuovo Fokker 70. nel 2009 la compagnia stipulava il contratto per l'acquisto di 3 Fokker 70, il primo dei quali consegnato Venerdì 22 Gennaio 2010.
I rimanenti 2 aeromobili verranno consegnati alla Compagnia Aerea rispettivamente nei mesi di Febbraio e Marzo 2010.
I nuovi Fokker, caratterizzati da 72 posti, di cui 12 in classe business, combinano una moderna tecnologia ed un notevole comfort.

• Carpatair, vettore aereo full-service con sede a Timisoara, ha ottime strategie nel medio termine per quanto riguarda l’ammodernamento della flotta e l’accesso a nuovi mercati.
I nuovi velivoli Fokker utilizzati su destinazioni nazionali ed estere, sia sull’hub Timisoara sia da Bucarest o da altri aeroporti del Paese.
“L’utilizzo dei Fokker 70 ci consentirà di ridurre fino al 20% i costi operativi su alcune rotte - dichiara Nicolae Petrov, presidente & Ceo Carpatair -.
Nel programma d’inverno 2009 gli aeromobili saranno in servizio sulle rotte esistenti, mentre a partire da marzo 2010 lanceremo delle nuove rotte, operate esclusivamente con aeromobili Fokker 70”.
• FLOTTA
14 Saab 2000 (50 seats), 3 Fokker 100 (105 seats), 3 Fokker 70 (72 seats)

+ info: www.carpatair.com

Commenti

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento

Questo articolo non e' ancora stato commentato

Lascia un commento!